...

Progettazione camera bianca o cleanroom

PROGETTAZIONE CAMERE BIANCHE

Alta tecnologia per la progettazione camera bianca o cleanroom cleanroom

La Progettazione camera bianca o cleanroom è seguita dalla divisione Cleanroom, che è specializzata, inoltre, nel controllo della contaminazione particellare grazie alla creazione di Camere Bianche, ambienti sempre più utilizzati in molteplici settori.

Per la realizzazione delle Cleanroom i nostri esperti effettuano uno studio architettonico degli ambienti confinati, oltre a rendere ottimale l’ultrafiltrazione e il controllo delle condizioni microclimatiche.

Associando infine la regolazione delle velocità di diffusione e delle portate d’aria in gioco rendono possibile il raggiungimento delle più elevate classi di decontaminazione all’interno delle Camere Bianche.

Partiamo nello spiegare cosa è una camera bianca?

La camera bianca, dall’inglese “​ cleanroom ​”, è un ambiente a contaminazione controllata. Lo scopo della camera bianca è quello di fornire un ambiente di lavoro che limita la presenza di particelle/particolato all’interno di esso grazie ad un particolare sistema di filtrazione dell’aria.

I parametri che vengono sottoposti a controllo continuo sono temperatura, umidità e pressione, i cui valori variano a seconda della destinazione d’uso dell’impianto. La camera bianca è quindi un’area di lavoro, nella quale l’aria è dalle 10 000 alle 50 000 volte più pulita rispetto all’aria normale.

Quali sono i requisiti strutturali di una camera bianca?

La camera bianca deve rispettare alcuni requisiti strutturali, tra i quali:

  • i materiali non devono rilasciare particelle;
  • le superfici devono essere lisce e facilmente pulibili;
  • i raccordi devono avere spigoli arrotondati;
  • prese e infissi devono essere complanari;
  • le tubazioni devono passare all’esterno dei locali.

Di fondamentale importanza è il sistema di trattamento dell’aria. Questo impedisce a microorganismi o polveri di entrare dall’esterno e mantiene così l’ambiente interno completamente sterile e asettico.

Quali sono i fattori i potenziali contaminazione di una camera bianca?

Una delle principali fonti di contaminazione all’interno della camera bianca è rappresentata dal processo produttivo insieme ai macchinari. E’ necessario infatti prestare particolare attenzione alla movimentazione dei prodotti, alla pulizia e alla manutenzione della camera bianca stessa. Ma non solo, anche l’uomo, attraverso il proprio movimento come per esempio una camminata, può emettere milioni di particelle che rappresentano un pericolo per un ambiente sterile (contaminazione particellare). Il personale che entra in camera bianca infatti, oltre che essere accuratamente formato, deve indossare, seguendo una precisa sequenza, un tipo di abbigliamento sterilizzato o monouso. Inoltre, questo rituale di vestizione deve avvenire in uno spogliatoio a ridosso della camera bianca che evita contaminazioni verso l’esterno. Rispettando così i precisi standard di purezza richiesti, è possibile garantire una produzione completamente sterile.

Alta tecnologia per la progettazione camera bianca o cleanroom cleanroom

Cleanroom Modulari

Le Cleanroom o Sistemi a contaminazione controllata con struttura di confinamento rigida.

Questi tipo di Cleanroom è idoneo, per configurazione e qualità dei componenti, a molteplici impieghi sino alla classe IS4 secondo ISO 14644-1 ed secondo GMP. Inoltre, superato il concetto di impianto, pur restando la possibilità entro i limiti di prodotto di la realizzazioni su misura, prende forma di un “KIT-MACCHINA” economicamente molto più vantaggiosa, dove tutti i componenti sono integrati e frazionati in moduli, inoltre, sono facilmente assemblabili anche da personale estraneo a quello del costruttore.

Sistema Cleanroom

  • Modularità del sistema di ventilazione e filtrazione

Comando e controllo e distribuzione con moduli di potenza a bordo di un unico quadro o più, e in aggiunta, cavi di collegamento con spine multiple per una modalità semplificata di messa in opera.
A quadro è presente accensione impianto aeraulico ed illuminazione, pannello operatore di controllo automatico portata in mandata ed estrazione, T, Ur, spie allarme di intasamento sezioni filtranti, blocco termico motori. Protezione quadri IP44, a richiesta IP54

  • Modularità unità di climatizzazione

Unità autonome di trattamento dell’aria in raffreddamento, riscaldamento, deumidificazione e umidificazione MAMC installate a ridosso delle pareti, lato esterno della cleanroom.
Realizzata con condizionatori autonomi monoblocco da interno ed esterno, ad espansione diretta, con condensazione ad aria ove il compressore ermetico SCROLL, la batteria di raffreddamento, di riscaldamento elettrico, di condensazione e gli apparati di ventilazione sono alloggiati tra loro nello stesso corpo ad armadio.
Ogni unità, dotata di proprio quadro elettrico di potenza e gestione, inoltre, può regolare proporzionalmente alla richiesta, la potenza frigorifera erogata, la temperatura e l’umidità relativa max ed è collaudata in fabbrica e consegnata pronta all’uso. È possibile, inoltre,  il trattamento di una quantità prefissata, max 30%, di aria esterna di rinnovo e pressurizzazione agendo sull’apposita serranda posizionata nella sezione di ripresa.
Il mantenimento dell’umidità minima, ove richiesto, è realizzato con un generatore autonomo di vapore isotermico.

  • Porte

Inoltre, le porte di accesso a battente con telaio in alluminio anodizzato con profilo ad incastro senza soluzione di continuità con il pannello di parete e tamponamento a tutta luce in vetro di sicurezza; disponibili inoltre, versioni ad ante scorrevoli manualmente, fori predisposti in fabbrica su pannello.
Dimensioni foro: 900/1000/1200/1800/2000/2200 x h2200 mm

  • Finestre

Visive dalla struttura a vetrocamera con vetri di sicurezza; installazione avviene mediante giunti maschio su guide predisposte in fabbrica su foro.
Dimensioni foro 1000 x h1000/1400 mm

  • Illuminazione

Illuminazione con corpi da incasso a fluorescenza con reattore elettronico, per uso in clenroom, IP54; inoltre, i fori su controsoffitto sono predisposti in fabbrica; inoltre, sono disponibili versioni con luce di emergenza. Dimensioni: 600×600 mm 3x55W e 600×1200 mm 2x54W

  • Profilo Sanitario

Profilo sanitario R=65 mm in PVC su tutte le unioni ad angolo

  • Pavimenti

Rivestimento con pannello in PVC autoposante antistatico. Inoltre, pavimento pedonabile flottante altezza 200 mm, forato per classi ISO5 a flusso laminare.

Prodotto indicato per le attività:

Farmaceutica

Omeopatia, integratori, cosmesi;

Alimentare;

Biomedicale;

Meccanica;

Elettronica, microelettronica;

Aerospaziale;

Laboratori.

Contattaci!

Questo modulo di contatto è disattivato perché l’utente ha rifiutato di accettare il servizio Google reCaptcha, necessario per convalidare i messaggi inviati dal modulo.